martedì 5 marzo 2013

Cremosamente di nuovo on line

Finalmente di nuovo on line...
Ero abituata a passeggiare la mattina tra i miei vari blog preferiti,
annusando le varie ricette,
salvandone qualcuna nel computer,
ma soprattutto leggendomi i post di tutte queste blogger
che nella mia testa hanno un viso e una voce
che magari non corrisponde a realtà,
ma che considero un po' come un circolo di amiche
tanto che ogni tanto salto su con mio marito
"Ma lo sai cos'è capitato a......?"
e lui mi guarda un po' interrogativo chiedendosi di chi stia parlando...

Ma in questi giorni di trasloco,
questi folli folli giorni,
il computer proprio non ce l'avevo
la connessione men che meno...
Dal cellulare però ricevevo i commenti e le mail,
ed era bello sentire che anche persone che non ho mai visto
mi erano vicine.
Bello davvero, grazie ragazze!!!!

Per il resto ovviamente
è stato un incubo.
Almeno il primo giorno..
A parte la sfacchinata,
perchè io e il verdurofobo non siamo tipi da imprese di traslochi.
Ci piace devastarci di fatica e lamentarci,
ma poi tenerci tutta per noi la soddisfazione del lavoro.
E poi, citandolo "Cosa la faccio a fare la palestra se no?!"
Giusto.
E alla fine la fatica si dimentica in fretta,
non ricordo neanche più se c'è realmente stata...
Il vero dramma è avvenuto alla fine.
Quando siamo entrati in casa
e mi sono trovata immersa negli scatoloni.
Allora...io sono sempre stata una persona razionale;
sono una che pianifica, che procede per ordine. Quello istintivo è lui.
Ma alla fine, dopo una serie di cose che andavano storte,
non entravano nei cassetti,
non erano nella scatola dove le avevo messe,
sono crollata definitivamente.
Ho mollato lì tutto,
mi sono seduta sul ciglio del divanone nuovo
(che non ci avevo ancora la giusta confidenza..)
e mi sono ripromessa di aspettare l'indomani per dis-inscatolare il tutto.
"Domani è un altro giorno" se è vero per Rossella
andrà benissimo anche per me!

Appena la cucina è stata utilizzabile ho deciso di "testare" i fornelli e di prepararmi questa crema di riso, giusto per avere la colazione pronta per il giorno dopo.
Solo che mi piace così tanto che è diventata anche il dessert e la merenda... U.U
Non so da dove ho preso la ricetta di base...è finita su un fogliettino volante all'interno del mio ricettario. E in ogni caso l'ho riadattata un po' all'umore del momento e a quel poco che c'era in dispensa..
Avevo comprato da poco un misto di uve essiccate della Noberasco da usare come spuntino post palestra, e avevo ancora in frigo un po' della strepitosa confettura di uva canina dal contest "Dolcemente salato".... vabbè questa crema di riso salata non lo è di sicuro...ma la confettura ci sta d'incanto!!! Excuse moi!!!


Crema di riso con uvetta e confettura di rosa canina.
 (per 4 porzioni abbondanti)

  • 1 l di latte fresco
  • 100 g riso arborio
  • 50 g zucchero semolato
  • 20 g zucchero di canna
  • 60 g uve miste essiccate Noberasco (o uvetta sultanina)
  • 2 cucchiai confettura di rosa canina Prunotto
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia (o mezza bacca di vaniglia)
Mettere in una pentola capiente il latte, lo zucchero e l'estratto di vaniglia.
Portare ad ebollizione ed aggiungervi quindi il riso e l'uvetta.
Abbassare la fiamma e mettere il coperchio alla pentola. Lasciare sobbollire per un'oretta scarsa, mescolando di tanto in tanto.
Una volta che il latte sarà stato quasi del tutto assorbito, spegnere il fuoco e trasferire la crema di riso in un recipiente freddo.
Lasciare raffreddare un'oretta ed amalgamare la confettura di rosa canina.



Con questo post partecipo a 3bithday giveaway de labandadeibroccoli!!

12 commenti:

  1. in bocca al lupo con il trasloco! è sempre un'ammazzata, ma piano piano tutto si rimette in ordine :)
    grazie per aver partecipato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, per fortuna la parte ammazzosa si è conclusa...ora (a parte 2 scatoloni dispettosi) l'ordine sta tornando...
      bacio
      sara

      Elimina
  2. Ma che bello questo dolce a base di riso! Come al solito mi ispiri: me la segno e la provo!
    Baci, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che c'è il riso!!! Una manna per ogni celiaco: pratico, diffusissimo e...cosa non da poco...economico!
      un abbraccio
      sara

      Elimina
  3. Vedrai che soddisfazione l'apertura e sistemazione dell'ultimo scatolone: faccio il tifo per te!
    Bella ricetta come sempre =)
    Buona serata!
    Bisu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di non aver più scatoloni in mezzo ai piedi!!!!
      grazie mille
      un bacio
      sara

      Elimina
  4. E' da tempo che penso ad un dolce a base di riso, una crema meglio ancora!
    In bocca al lupo, i traslochi sono eventi un po' stressanti e ricchi di imprevisti! Ma la soddisfazione di risitemare tutto è impagabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già devo dire che la soddisfazione si fa sentire, e lo stress a questo puno è andato...
      un bacio
      sara

      Elimina
  5. E' sempre interessante scoprire ricette senza glutine!
    passo grazie a Kreattiva!
    Laura
    Se ti piace l'idea potresti proporre dei cake pops senza glutine per il mio contest CAKE POP SEI?

    http://lallina87.wordpress.com/2013/03/03/cake-pop-sei-il-primo-contest-di-unaltra-fetta-di-torta/

    Laura
    ps. Keira è dolcissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uh...bella idea...passo subito a sbirciare...

      Elimina
  6. Ricetta interessante, belle foto, molto gustoso, che mi piace il tuo blog è di alta qualità e ha molte varianti...
    Vi invitiamo a visitare il mio blog di Valencia, con ricette tradizionali della regione di Valencia.
    http://valenciagastronomic.blogspot.com.es

    Questa settimana 'ricetta di frittelle di zucca ' e la venuta "Mona Pasqua ' che si sta per perdere?

    Inoltre, se ti piace la gastronomia Valenciana, è possibile inserire il codice HTML nel tuo blog e avrete accesso diretto al mio blog, vedrai che cool.

    RispondiElimina
  7. corro a vedere...
    grazie anzi...gracias!!!
    sara

    RispondiElimina